EDeLIZIA

PROGETTO

EDeLIZIA


EDeLIZIA CANTIERE 011

Il brano

EDeLIZIA CANTIERE 011

sintetizza in un flusso

sonoro le sensazioni del

lavoro in cantiere; l'aria

che fa risuonare tubazioni

e vani appena innalzati, i

tempi di inizio turno -

sempre alla mattina

presto, con sovente

lunghe trasferte - la

ritmicità dei martelli, il

motore umano e quello

meccanico, la velocità e

l'accelerazione nelle

condizioni lavorative a

cottimo, l'onnipresenza

dell'acqua, quella piovana

compresa, che fa

innalzare piano piano

costruzioni, come alberi

in una natura urbana, con

gli uccellini e le mosche

che, come gli umani,

frequentano questa

strana situazione.

Questi elementi sonori

sono stati trattati e assemblati,

dosando e ridefinendo liberamente

i rapporti di intensità fra essi per ricreare il sogno e l'incubo di un luogo dalla geografia

sospesa, non ancora costruzione formata ma non più spazio aperto.

 

 

EDeLIZIA è un Progetto di Paolo Ferrario, dedicato al cantiere e all'atto del costruire,

al lavoro dell'uomo e della macchina. A ora il Progetto aperto riunisce brani realizzati

da Osvaldo Arioldi (Officine Schwartz) e Paolo Ferrario, insieme e individualmente.


. EDeLIZIA CANTIERE 011 è il brano composto per la mostra/installazione Kantieri, su

commissione dell'architetta Antonella Mangili (Bergamo,  2008).

Al brano Edilizia Cantiere 011 di Arioldi e Ferrario, ha collaborato la musicista Arianna Ulian.

 

. Corazza-TipoV

. Machina-T

(entrambi di Paolo Ferrario) nascono da registrazione-taglio-montaggio del suono delle

macchine in funzione, dalla specifica esigenza di rappresentare musicalmente la dinamicità del

lavoro, la bellezza e l'energia della macchina e del suo ritmo.

La registrazione in presa diretta è stata effettuata presso il Museo del Patrimonio Industriale

del Comune di Bologna.

I due brani sono stati realizzati per la sonorizzazione della video-installazione prodotta dallo

Studio Campanini di Bologna per la Fiera del Packaging di Milano del 2001.


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------